Una mattinata con i Folli

Il primo ricordo è la Compagnia dei Folli.

Una giornata strana quando il tuo primo giorno di lavoro ti ritrovi al circo.

E non scherzo .. proprio un circo.

Da S. Benedetto del Tr. (Tronto) ad Ascoli Piceno sono venti minuti.

Paesini carini sui colli e il deserto industriale dove talvolta ricompare qualche spiga di speranza.

Strana storia il lavoro. Specie se hai uno strano talento a perderti per strada come il mio.

Ad un certo punto per ritrovarlo nella zona commerciale mi sono affidato l’istinto: tra gli ipermarket forse, ma dico forse, quel cupolone rosso era un circo.

Entrato (riuscendo anche a perdermi in una strada lunga meno di 50 metri), conosco Mauro Orsini, uno dei creatori della Compagnia dei Folli, questi qui: http://www.compagniadeifolli.it/

Di quel giorno ricordo un gentilissimo mangia fuoco, che mi ha fatto da Cicerone dietro le scene. Il racconto di una storia iniziata in un oratorio. Ed un’intervista, che di fatto nessuno ha mai letto (di cui mi permetto di pubblicare un piccolo pezzo):

download

Nata nel suggestivo scenario di Castel Trosino nell’Agosto del  1984 per animare feste e rievocazioni medievali, la Compagnia dei Folli  è oggi uno degli attori più importanti dello scenario italiano del teatro di strada e dell’immagine. Formatasi da un gruppo parrocchiale non solo per  la necessità di colmare la domanda di gruppi d’intrattenimento,ma sopratutto dalla volontà, dall’impegno, dai sacrifici e dalla condivisione dei suoi membri, oggi sono 35  i folli. Come ricorda uno dei suoi fondatori, Mauro Orsini, “Ci fecero conoscere due ragazzi, Piera che faceva la mangiafuoco e Marco, trambolista. Poi quando il virus del teatro ti prende è difficile toglierlo di dosso. E fortunatamente è diventato anche un lavoro”.

Come ci racconta Mauro, il nome della Compagnia trae le sue radici dalla storia medievale sullo spunto delle compagnie dei folli, ovvero quei gruppi che si sfidavano nell’organizzazione delle feste e del carnevale.  Ma c’è di più.  “Ci piaceva inoltre che la follia si contrappone alla normalità. Le riconosci infatti grazie alla loro contrapposizione. Pensiamo che la follia è quello che fa evolvere il mondo. Ci piace pensare che quando facciamo uno spettacolo in qualche piazza o strada, cambiamo l’esperienza di quel posto. Diamo un senso differente a quello che è stato fino a quel momento quel luogo”.

Trent’anni di carriera rappresentano un traguardo incredibile per una compagnia che non solo è riuscita nel tempo ad affermarsi a livello nazionale, ma ha raggiunto numerose presenze sullo scenario internazionale. Quando domandiamo a Mauro di farci una sintesi di quello che è stato fare spettacolo in Italia e delle differenze che si osservano guardando all’estero, molti sono gli elementi che trapelano.

“E’ una disciplina che trova il pubblico, ma non molti consensi nelle stanze dei bottoni. La maggior parte dei fondi sono destinati per l’opera lirica, anche sembra che le cose stiamo cambiando. In Italia siamo ancora agli albori. Sebbene ci sia una grande storia di spettacolo negli anni c’è stato un blackout. Quindi siamo rimasti a quello che era il circo dell’Ottocento, mentre qualcun altro ha preso l’esperienza circense italiana e l’ha trasformata in quello che oggi è il circo contemporaneo. Come il Cirque du Soleil. Oggi si va verso una direzione di circo teatro, raccontare storie utilizzando il numero circense come mezzo.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tarocchi e Streghe by PrincessEsmy

UNA COSA ACCADE SOLTANTO SE CI CREDI DAVVERO, ED E' CREDERCI CHE LA FA ACCADERE (F.L Wright)

Monster

"Life imitates ART."

Fundraising Now!

The fundraising 2.0 era - Beta Version

FRANZ

un navigatore cortese

Versi Vagabondi

poetry, poesia, blog, love, versi, amore

KippleBlog

Be Weird Be Kipple

letteratitudinenews

libri, fatti ed eventi segnalati speciali dal blog LETTERATITUDINE di Massimo Maugeri - letteratitudine.blog.kataweb.it

Sirena Guerriglia Blog

Se tutto è improbabile, nulla è impossibile.

DESERTIFICATION

about drought, desertification and poverty in the drylands

IL MOTIVATORE

Pensieri, sensazioni, azioni.

Tommaso Aramaico

Lì dove è pieno di nomi propri, c'è un nome che di nessuno è proprio. Chi l'ha scelto? Chi lo subisce? E perché? Meschino.

Soffio di respiri

Viola, 23 anni, studentessa, incosciente, innocente. Bovarista deleteria. Racconto di me, chi sono, cosa penso, sbaglio e rattoppo!

kompletna diskografija

Kvalitetan izvor informacija za ljubitelje muzike

NonSoloProust

Il blog di Gabriella Alù

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Spunti da asporto

(ho visto jene che chiedevano una sedia in prima fila)

17lastella

Perché la gente ha rinunciato a sperare. E dimentica i propri sogni. Così il Nulla dilaga

worldphoto12

Una foto è per sempre

poesia&cultura

“Vallo a spiegare il mare, a chi non ci è nato... vallo a spiegare che per noi gente di mare, guardalo, è già tutto”. (cit.)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: