Dal piano B al piano C

Oggi è uno di quei giorni in cui spaccherei il mondo. Devo fare mille cose, e il suono della pennetta che si scollega dal pc, mi ricorda che una buona parte del lavoro è lì. Invece mi alzo per riaddormentarmi perchè il letto caldo è stato sempre una buona medicina. In particolare quando oramai la cucina, il sofà e tutto il resto se lo è preso il destino indietro. Via Mameli, via Severini e il resto sono ancora lì, ma sembra un’altra epoca, una stagione diversa. Questa mattina è andata così. Alla fine ci si alza, un caffè, due chiacchiere in una lingua che non conosco e poi ancora il pc. Finalmente è uscita la graduatoria. Il punteggio non è male come non lo sarebbe essere secondo. Ma di posti ce ne è solo uno, ed io sono solo il primo degli ultimi, l’altro, quello non accettato. Fuori urlano, mi affaccio. E’ una cosa rara in Lettonia vedere un’accessa discussione per strada, in particolare a Jurmala. Infatti non dura più del dovuto. Le signore prendono ognuno la propria strada ed io la mia. Sedendomi mi viene da ridere. Sono uno dei pochi blogger senza pc. Il mio, quello su cui sto scrivendo, non ha la tastiera e vado avanti con quella sullo schermo. Qualcuno direbbe maledetta crisi, ma a me piace pensarla come una vita strana. Ripenso alla graduatoria. Il ragazzo prima di me lo ricordo come uno sguardo perso e un pò impaurito. Sono in fondo felice per lui. Ora sarà lui a dover fare i conti con quell’etica che finora era riuscito ad affogare. Lo chiamano recupero urbano, ma in Turchia si tradurrà con l’abbattimento della storia e dei quartieri popolari. Lo marcheranno come Horizon2020 o con il timbro della World Bank, ma sarà lo stesso. Ed anche io, sarò me stesso. Ecco il piano C. Tornare ad essere una persona di principi. Tornare a scegliere piazza Taksim. Tornare ad essere … libero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tarocchi e Streghe by PrincessEsmy

UNA COSA ACCADE SOLTANTO SE CI CREDI DAVVERO, ED E' CREDERCI CHE LA FA ACCADERE (F.L Wright)

Monster

"Life imitates ART."

Fundraising Now!

The fundraising 2.0 era - Beta Version

FRANZ

un navigatore cortese

Versi Vagabondi

poetry, poesia, blog, love, versi, amore

KippleBlog

Be Weird Be Kipple

letteratitudinenews

libri, fatti ed eventi segnalati speciali dal blog LETTERATITUDINE di Massimo Maugeri - letteratitudine.blog.kataweb.it

Sirena Guerriglia Blog

Se tutto è improbabile, nulla è impossibile.

DESERTIFICATION

about drought, desertification and poverty in the drylands

IL MOTIVATORE

Pensieri, sensazioni, azioni.

Tommaso Aramaico

Lì dove è pieno di nomi propri, c'è un nome che di nessuno è proprio. Chi l'ha scelto? Chi lo subisce? E perché? Meschino.

Soffio di respiri

Viola, 23 anni, studentessa, incosciente, innocente. Bovarista deleteria. Racconto di me, chi sono, cosa penso, sbaglio e rattoppo!

kompletna diskografija

Kvalitetan izvor informacija za ljubitelje muzike

NonSoloProust

Il blog di Gabriella Alù

Livelines

«Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi». [Pessoa]

Spunti da asporto

(ho visto bulbi che piangevano rugiada bicolore)

17lastella

Perché la gente ha rinunciato a sperare. E dimentica i propri sogni. Così il Nulla dilaga

worldphoto12

Una foto è per sempre

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: